Sotto i nostri occhi sta avvenendo una trasformazione radicale della città. Nessuno riesce a definire con certezza quale possa essere il suo destino, perché ha perso una delle caratteristiche che l'ha sempre contraddistinta: l'essere circoscritta. Non si sa che cosa diverrà proprio nel momento in cui diventa il luogo di vita della maggioranza degli abitanti del mondo. La città perde la sua fisionomia e invade il territorio circostante, che non acquista caratteri di urbanità, ma non è neanche più campagna.
Così percorrendo in treno dalla stazione di Milano si assiste alla sua liquefazione. Affacciati al finestrino su cui scorrono velocemente le immagini del mondo circostante, la città si decompone passando da luogo urbanizzato, a luogo industriale, a non luogo, a campagna, riportando il territorio al suo stato originario, prima che le città esistessero.
Strade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade PerduteStrade Perdute